Bonusfiscale

Bisognerebbe tra l’altro recuperare un po’ di voti.

E chi è che non vota Ulivo?

I ceti bassi, economicamente e culturalmente: i disoccupati, i giovani precari, le casalinghe, le famiglie numerose del Sud, gli anziani con basso reddito.

Guarda caso le tipologie della povertà secondo l’Istat.

Tutti con Bossi (al Nord), Fini (al Centro-Sud), Berlusconi (ovunque).

E il “mitico” ceto medio?

Il ceto medio-alto, culturale ed economico, in maggioranza laico ed europeista, ci vota già da millenni, e ai discorsi di Bossi e Berlusconi reagisce generalmente con risate scomposte.

Ecco, semplificando un poco e tagliando con l’accetta: ma se ai sette milioni di “poveri relativi” facessimo arrivare due milioni per uno (7,5 mln x 2mln = 15mila mld), non sarebbe un modo di fare un intervento “significativo”, di cui “la gente si accorge“?

E non sarebbe il modo per andarsi a cercare i voti che ci mancano proprio dove ci mancano, invece di cercarli dove li abbiamo già?

E se dessimo 6 milioni a ciascuno dei due milioni e mezzo dei “poveri assoluti”? Sarebbe una cosa di cui vergognarsi?

Ovviamente, per mille motivi, non è realizzabile, né paradossalmente sarebbe equo ed efficiente, un tipo di provvedimento così semplicistico.

Ma i due conticini che ho fatto servono a rendere l’idea che l’ordine di grandezza è simile, tra quanto ci vorrebbe e quanto effettivamente c’è.

Abbiamo una straordinaria occasione con questo bonus fiscale, la cui cospicua entità è dovuta alla lotta agli evasori ed alle serie politiche di rigore attuate dagli esecutivi di Centrosinistra: possiamo sanare, almeno in parte, ingiustizie vergognose, alleviare difficoltà e sofferenze quotidiane, fare una grande operazione di equità con benefici per i diretti interessati e per la società tutta.

Perché è nella frustrazione e nell’indigenza che cresce rigogliosa la pianta fascista e populista, che si alimenta di ignoranza, qualunquismo, paura, guerre tra poveri.

Ed è lì che le mafie ed i racket reclutano le loro matricole.

Bitter Truth
Cosa fare se non si vede Telereggio