Torna TorinoDanza

Torino, 31 agosto 2005 – All’insegna delle migliori produzioni internazionali, sta per tornare – dal 6 settembre al 26 ottobre – TorinoDanza, la rassegna diretta da Luigi Cristoforetti che completa così il suo impegno triennale. Cinque in tutto gli appuntamenti: si comincia martedì 6 al Teatro Regio con la divina Sylvie Guillem che, in compagnia di Michael Nunn e William Trevitt interpreta Rise and Fall, trittico coreografico di Russell Maliphant composto da Torsion (2002), Two (1998) e Broken Fall (2003), già presentato in Italia, al Festival di Genova, con il titolo Two 2 Three.

Tutte «prime», invece, le performance seguenti, a cominciare da quella in programma sabato 10 settembre (sempre al Regio): Körper, uno dei lavori più riusciti e celebrati della coreografa tedesca Sasha Waltz, allieva di Pina Bausch. Venerdì 30 settembre, alle Fonderie teatrali di Limone, maratona di danza dal tardo pomeriggio a notte inoltrata con la Notte di danza: coreografie di Myriam Gourfink, Michèle Anne De Mey, Grégory Grosjean, Agnès Quackels, Stéphane Olivier, Eric Faes, Aurélien Bory ed Erna Omarsdottir.

Il penultimo appuntamento di TorinoDanza – il 14 e 15 ottobre – sarà al Teatro Nuovo. In esclusiva italiana, il grande Saburo Teshigawara torna con Kazahana, coreografia coprodotta nel 2004 dall’Opéra de Lille, presentata nel capoluogo piemontese nella nuova versione del New National Theatre di Tokyo. Lo spettacolo prende le mosse dall’associazione di due parole giapponesi: Kaze, che significa «vento», e Hana, «fiore», inseguendo un ideale di bellezza pura ed evanescente come fiocchi di neve trasportati dal vento.

Gran finale, sempre al Nuovo e sempre in esclusiva nazionale, il 25 e 26 ottobre, per il lavoro a quattro mani di Sidi Larbi Cherkaoui e Akram Khan con le rispettive compagnie. Il nuovo Zero degrees registra l’incontro di questi due artisti – l’uno di origini marocchine ma cresciuto in Belgio, l’altro del Bangladesh ma formatosi a Londra – uniti dalla comune fede islamica e dalla ricerca di una sintesi in grado di fondere armoniosamente gli echi di culture diverse. Il programma completo di TorinoDanza è disponibile cliccando qui.

Nella foto, un momento di Rise and Fall

Scala: una gustosa stagione lirica
Pretty Vacant